LIVIO COHEN ci ha lasciati

A LIVIO COHEN

Fratello carissimo

siamo tutti  noi tuoi amici ed io in particolare profondamente sconvolti dalla tua improvvisa scomparsa ed a volte ancora increduli nella illusione che una sveglia ci possa dire che è stato solo un bruttissimo sogno.

Tantissimi amici hanno apprezzato solo le tue qualità bridgistiche, ma non hanno avuto la fortuna conoscere l’uomo con le tue infinite qualità professionali, affettive, di socievolezza e disponibilità.

Per questo desidero far conoscere ai tanti tuoi amici e conoscenti il vero Livio, per i più solo un grande campione di bridge.

Nella tua vita integerrima, hai dato dimostrazione delle tue qualità professionali raggiungendo i massimi traguardi, hai formato e mantenuto una famiglia unita e solida, sei stato apprezzatissimo nei tuoi circoli di golf, tanto da essere indotto ad accettare cariche rappresentative, che che hai sempre svolto col massimo impegno e scrupolosa attenzione e diligenza.

Al di là del tuo talento naturale e dei tuoi successi, vantando fra gli altri due vittorie nel campionato italiano senior, due secondi posti, un terzo posto nel campionato europeo senior di Mentone, un terzo posto nel campionato italiano open di eccellenza, quello che maggiormente ti deve essere riconosciuto è la tua metodologia per creare una coppia strutturata al massimo della sua potenzialità.

Per questo hai dedicato, più che al gioco, tantissimo tempo alle analisi delle mani giocate, cercando di individuare le migliori soluzioni sia nella licita che in ogni carta giocata, facendo così crescere il livello qualitativo della coppia oltre il suo naturale valore. Ritengo che questo debba essere l’eredità che tu lasci ad ogni bridgista che abbia ambizioni di raggiungere traguardi di prestigio.

Grazie di tutto quello che mi hai dato

Anselmo Santolini

Vedi inoltre:

http://www.bridgeditalia.it/2020/03/livio-cohen/

UN LUTTO INATTESO

Se n'è andato "viva la vita". 

Massimo Ruggeri ci ha lasciati storditi da una morte  assurda ed ingiusta. Un amico giovane con cui si sono divise tutte le vere gioie della vita e qualche dolore, un valente bridgista, un giornalista televisivo dal sorriso sincero e accattivante, un uomo buono. Mille sono i ricordi che mi legano a Massimo e tutti permeati da bonaria allegria. Ero il primo coniugato di un gruppo di inseparabili, i mitici della squadra Bong, e si faceva tappa obbligata a casa nostra dove due piccole pesti contribuivano al caos generale. Neri Parenti, Massimo Ortensi, Massimo Ruggeri ed il sottoscritto: una bella compagnia di giro e non c'era pericolo di annoiarsi.

A presto Massimo, ti ricorderò con il sorriso che ha sempre sottolineato la tua vita e la nostra amicizia!

(Riccardo Vandoni)

 

Tanta fantasia, buonumore… sempre animato da quel suo bello spirito elegante e leggero... Chi abbia conosciuto Massimo non ha bisogno di parole per ricordarlo. Una persona fidata e leale. Ed un vero amico.

 

(Tonino Cangiano)