Ieri sera era una serata di vacanza come le altre.... Poi é arrivata la bomba. Il presidente Rona, distrutto, ci ha comunicato la terribile notizia. Siamo rimasti senza parole e ancora adesso non crediamo sia possibile che non si possa più telefonare in federazione senza poter parlare con Gianni. Ci sono ritornate alla mente le meravigliose giornate dei campus dei campionati allievi delle tante riunioni trascorsi con Elena, Laura, Valentino, Pippi, Paolo, Marina, Alida, Valerione, Prosecco, Emanuele, Vincenzo, e il prof Luigi. Sopra tutti Gianni... Organizzatore showman presentatore, trasportatore di tavoli arbitro ballerino. Tempi bellissimi purtroppo irripetibili... Troppi se ne sono andati, lasciando comunque un meraviglioso ricordo e una grande eredità. Ciao Gianni il bridge senza di te non sarà più lo stesso.

Roberto Padoan

 

Caro Gianni, ho da poco appreso la "sorpresa" che ci hai fatto...ci ha colto impreparati, increduli, incapaci di pensare che la tua energia, la tua vitalita' non sia bastata...ma, come ha detto qualcuno, se non si possono cambiare le cose, bisogna mutare l'angolazione dalla quale guardarle..e allora non voglio rattristarmi per quello che ci manca..e tu mancherai veramente tanto...ma voglio pensare a quello che ci hai donato..eravamo giovani noi e credevamo nei giovani e a quanto la nostra disciplina potesse contribuire a farne non solo giocatori ma persone..Non ti sei risparmiato in fiducia, in incoraggiamenti, hai organizzato cose che nessuno potra' dimenticare..i campus mitici con centinaia di ragazzi.. i campionati di Riccione..la gioia condivisa di trovare menti fresche interessate...Non ti preoccupare, Gianni, sarai sempre con noi, con la tua ironia e la tua competenza ma soprattutto con la tua umanita' nello scorgere esigenze e bisogni...ti ricordi? Presentavi sempre gli spettacolini dei proff alla fine di ogni campus..e ci dicevi: " arrivederci" al prossimo anno!!! Ora diciamo noi a te..ciao Gianni, arrivederci, sei nel nostro cuore ❤ a nome nostro e di quanti hai aiutato ❤

Daniela Cervone

 

Gianni Bertotto
G8 sei stato per me un grande mentore di cose semplici e molto complesse, non ho memoria di un campionato negli ultimi 25 anni in cui la tua faccia non sbucasse fuori al momento del bisogno; insieme a te abbiamo riso e bevuto litri di birra, scherzato e programmato con successo mille cosa da dove fare il giorno dopo, ti ho visto ballare (giuro che è vero!) come un vecchio dj quale eri stato nelle tue mille vite precedenti, sono confuso perché so che il mondo del bridge italiano e internazionale non potrà più essere lo stesso! Grazie Gianni, ora sarai impegnato altrove a sistemare con successo tavoli e a preparare tutto quello che non si vede in un campionato...

Bernardo Biondo