Cerca
Close this search box.

Le mani del campionato allievi a coppie miste

Ecco le prime otto mani del primo turno di ieri venerdì, come le avete giocate e come avreste dovuto giocarle!

 

BOARD 1

Si inizia con una mano difficile per la linea Nord-Sud: l’apertura di 1SA cade sul nulla del compagno e l’eventuale riapertura di contro di Est dovrebbe essere trasformata da Ovest con i suoi undici punti. Non sempre queste considerazioni tattiche sono alla portata degli allievi; ad esempio, al secondo anno hanno sempre giocato in Est-Ovest, andando quasi sempre down causa assenza di fit.

Nel contratto di 1SA il giocante, se indovina a scegliere le picche come seme di affrancamento, dovrebbe riuscire forse a raggiungere sei prese, grazie alla caduta del J che permette l’ingresso al morto con il 9 per eseguire l’impasse di quadri: tre picche, due quadri e una cuori.

E Ovest come dovrebbe attaccare contro 1SA, liscio o contrato? Il seme più promettente in termini di affrancamento sembra cuori, ma se attacchiamo piccola il giocante ha la possibilità di aggiungere una presa alla sua collezione inserendo il Fante dal morto. Ma il giocante le carte non le vede, e molto probabilmente cercherà di sorpassare il 10 e passerà il 9, e la settima presa resterà un miraggio.

 

BOARD 2


L’emblema del misfit! Tocca aprire la danza a Est, che ha certamente forza di apertura e dichiarerà 1 picche. Ovest, se dispone di una sequenza invitante, la userà ad esempio dichiarando 2 cuori e poi 3 cuori, visto che per molti la risposta due su uno è forcing manche salvo ripetizione del palo. Un altro accordo possibile è rispondere immediatamente 3 cuori su 1 picche, mostrando appunto una mano invitante con la sesta e scarso fit nel palo di apertura. In entrambi i casi, Est sarà lieto di abbandonare l’asta al più presto, vista l’apertura minima e il fit inesistente.

A 3 cuori un’illusione ottica suggerirebbe il mantenimento del contratto, perché Ovest sembrerebbe disporre di cinque atout, due picche, una quadri e il K di fiori ben posizionato rispetto all’Asso: anche l’attacco quadri non mette in difficoltà il giocante, che può velocemente scartare la quadri su due giri di picche, e successivamente battere atout. E’ vero che l’attacco Asso di fiori e fiori batterebbe, procurando il taglio del K di fiori: ma è obiettivamente difficile attaccare distruggendo una forchetta, senza vedere le carte. Ma l’idea del mantenimento fa i conti senza l’oste: e l’osteria in questione è posizionata in Sud, perché per lui è invece molto facile, in presa con l’Asso di atout, rigiocare il singolo di fiori per ottenere il sospirato taglio (notate che il giocante non riuscirà a incassare neppure una delle fiori, perché dopo i due giri di fiori (Asso e Dama per il K e il taglio), Nord resterà con la forchetta di J-9 sopra il 10 rimasto secondo, e prima o poi lo catturerà.

 

BOARD 3

Sud apre di 1 picche, Nord darà il fit invitante nello stile degli accordi di coppia (Ovest in zona farà bene a non mettere becco, malgrado le belle cuori), Nord dovrebbe ora mostrare una mano invitante e bilanciata con 2SA, e Nord con il suo massimo di 10 punti chiamerà manche. Per quanto non sia sbagliata l’apertura di 1SA con 15 punti e la 5-3-3-2 (con cui una seconda dichiarazione dopo 1 picche-1SA può essere difficile), in questa mano rischia di produrre un disastro: se Nord, che non ha interessi nei nobili, conclude a 3SA, i difensori possono incassare le prime sei prese a cuori.

A 4 picche invece undici prese sembrano facilmente incassabili: i difensori si faranno le prime due cuori e a lato non abbiamo perdenti, avendo l’imbarazzo della scelta tra tagliare una cuori e scartarla su uno qualsiasi dei minori. Ma anche qui c’è un oste che reclama il pagamento del conto: se sull’inevitabile attacco di K di cuori Est correttamente supera di Asso per non bloccare il seme e ritorna ancora cuori, Nord deve stare molto ma molto attento, se vuole portare a casa la sua surlevée. Deve tagliare di Asso per evitare il surtaglio avversario (facile da prevedere, visto l’avvenuto sblocco) e successivamente effettuare il sorpasso al J, che ormai non cade più. Se non prende queste due precauzioni, i difensori raccolgono il meritato premio limitandolo a dieci prese.

BOARD 4

 

Ovest apre primo di mano di 1 fiori, Est con la sua bella mano risponde 1 cuori e sulla replica di 1SA del compagno cambia colore a 2 quadri, ricevendo il fit a cuori. I punti sono tanti ma la mano è bilanciata e il compagno ha un’apertura minima, quindi è saggio concludere a manche senza voli pindarici che in questa mano si concluderebbero con inevitabili… fratture.

Malgrado la cattiva distribuzione delle atout, se utilizziamo le tre riprese del morto per muovere tre volte cuori verso la mano, riusciremo a pagarne solo una: piccola su cui Nord inserisce la Dama e noi prendiamo di Asso, poi rientro e di nuovo piccola per il J (Nord liscia per non facilitarci, e ancora terzo rientro e piccola per il secondo expasse di nuovo vincente. Si paga anche il terzo giro di quadri: 4 cuori +1 è il punteggio finale.

BOARD 5

Est apre di 1SA, e il board viene indirizzato dal comportamento di Sud: se contra, Ovest probabilmente dirà le picche (direttamente o in transfer a seconda dell’accordo), e Nord avrà bisogno di tutto il suo coraggio per dare le quadri a livello 3. Chi si è lanciato in questa impresa è stato premiato con il mantenimento del contratto, perché la difesa può incassare al massimo due fiori, una picche e il K di cuori fuori sorpasso. Se invece Nord si ispira a prudenza (o se Sud non interviene), il contratto rimarrà fermo a 2 picche, e qui il risultato dipende molto dalle mosse di attacco e difesa; il risultato più probabile è un down (due quadri, una fiori, due cuori, una picche) ma la concentrazione di onori in Sud può facilmente costringerlo a qualche uscita suicida.

BOARD 6

Sulla normale apertura di 1 picche di Est, Sud si trova in mano un bel pacchetto di punti: se li usa per intervenire di 1SA, sfruttando la mano semibilanciata, probabilmente lo giocherà e altrettanto probabilmente ne farà due dopo il quasi certo attacco a picche, con cinque quadri e due assi a lato più la picche vinta sull’attacco. Se invece dice contro, il contratto si orienterà verso il parziale a fiori, e qui dovremmo arrivare a dieci prese tagliando una picche al morto e scartando due cuori sulle quadri di Sud. Si cedono solo due atout e l’Asso di picche

BOARD 7

Mano che può aver scatenato la bagarre, specie con coppie che dispongono degli strumenti idonei. Sull’apertura di 1 cuori Ovest ovviamente interviene, ma se dice 1 picche lascia freddo il partner, che ha soltanto il singolo, e i verticali potranno giocare 4 cuori indisturbati: se può farlo mostrando la bicolore nera, ad esempio con un 2 cuori Michaels o Ghestem, scatena la competitività del compagno che difficilmente si fermerà prima di 5 fiori, in attacco o in difesa su 4 cuori avversario (che si fa). Sembra addirittura che, catturando il K di fiori, la manche possa essere mantenuta; ma non è così perché se catturiamo con l’impasse il K di fiori poi potremo tagliare al massimo una picche e anche facendo l’impasse ne pagheremo una; e se tagliamo le picche il K di fiori è troppo lungo per essere ugualmente catturato. Buona difesa comunque, contro la manche avversaria.

BOARD 8


Ancora una possibile buona difesa contro la manche avversaria, questa volta per la linea Nord-Sud, che probabilmente si catapulta a 4 picche andando un down e maledicendo il proprio destino, senza sapere che si tratta di un’ottima difesa contro 4 cuori che sono difficilissimi da chiamare, ma che non si possono assolutamente perdere: si pagano due fiori e il K di quadri imprendibile. Notate l’importanza, da parte di Nord, di dare subito un fit veloce a livello tre, qualsiasi sia il sistema di appoggio utilizzato. Stando bassi, si rischia di lasciare la possibilità di intervento a Est, e da lì in poi la strada si spiana assai per la linea orizzontale. Giocando Truscott dovrebbe andare 1 picche- 2SA – 4 picche (debole e sbilanciata) e il gioco è fatto; giocando naturale è quasi uguale, si risponde 3 picche e qui è ancora più difficile infilarci le cuori, addirittura a livello quattro.

Il gioco non presenta difficoltà: la difesa incassa Asso e Re di cuori, Asso di quadri e il terzo giro di fiori. Una sotto, come già detto.

 

 

The post Le mani del campionato allievi a coppie miste first appeared on Bridge d’Italia Online.

Viale dei Gladiatori, 2 00135 Roma
Stadio Olimpico – Tribuna Tevere
Ingresso 30 – Stanza 217